Lega Nord

Centrosinistra, cena di sostegno. E parte l’attacco della Lega.

Il centro sinistra organizza una cena di sostegno alla coalizione e si scatena la polemica: «Perché in oratorio e non in un
ristorante?», chiede l’assessore al commercio Luca Caremi. Nel frattempo, però, dalla parrocchia arriva il “niet” e il momento conviviale viene spostato a Vercurago. Neanche il tempo di aprire la campagna elettorale, dunque, ed ecco iniziare le schermaglie dialettiche tra due dei quattro contendenti. Pomo della discordia, la cena di sostegno elettorale messa a punto per venerdì sera inizialmente all’oratorio del centro dalla lista Cittadini uniti per Calolziocorte, che punta all’elezione di Cesare Valsecchi alla carica di sindaco. «Un modo per stare insieme, chiacchierare e sostenere la nostra campagna elettorale», spiegano i promotori, invitando cittadini e simpatizzanti all’iniziativa (informazioni su www.pattocivicocalolziocorte.it). Ma c’è qualcuno che non gradisce la proposta E’ l’attuale assessore al commercio Luca Caremi (Lega Nord), che non perde l’occasione per polemizzare nei , confronti di chi ha organizzato l’evento in una location che il candidato della lista “Marco Ghezzi sindaco – Calolziocorte in testa” considera sbagliata «Posto che nutro la massima stima nei confronti del lavoro svolto dai volontari della parrocchia, mi chiedo se in un momento difficile e di crisi come questo non fosse meglio sostenere le attività commerciali del territorio».
Caremi va anche oltre: «Posso immaginare con quale faccia si proporrà ai commercianti calolziesi il loro “futuro assessore al commercio” che fin dall’inizio denota con questa iniziativa una “grande attenzione” alle loro problematiche».
Proprio in queste ore, però, i promotori hanno cambiato sede. «In parrocchia si è ritenuto inopportuno ospitare un evento marcatamente politico – ha spiegato Valentino Mainetti, candidato con Valsecchi e volontario in oratorio – per cui abbiamo scelto una collocazione diversa». La cena, dunque, si farà ugualmente, ma al ristorante “La Sirena” a Vercurago.
«Ulteriore attenzione al territorio calolziese», chiosa sarcastico Caremi in conclusione.

 

Tratto da www.laprovinciadilecco.it