Lega Nord

Dopo il caso della multa: “Donerò un gratta e sosta a Rella”.

«Voglio andare incontro al consigliere Vito Carlo Rella e regalargli un tagliando del Gratta e sosta del valore di un euro». E’ un gesto di generosità che nasconde, neanche troppo velatamente, una provocazione, quello che dichiara di voler mettere in atto, nel corso del prossimo consiglio comunale, l’assessore Luca Caremi, che tra le sue deleghe ha anche quella alla Polizia locale. La vicenda ormai è nota. Il consigliere di minoranza Rella si era lamentato settimana scorsa per aver preso una multa di 38 euro dopo avere parcheggiato davanti al Comune, nei posteggi a pagamento, sprovvisto di Gratta e sosta. Rella contestava la multa perché sosteneva di essere stato costretto a parcheggiare lì per mancanza di parcheggi liberi vicino al Comune e di aver «diritto» a non pagare perché si stava recando in consiglio comunale a esercitare il suo dovere di consigliere. «Gli agenti della polizia locale hanno fatto soltanto il loro dovere. La richiesta è assurda, così come quella presentata in precedenza da Rella per i posteggi in zona della stazione (in cui il consigliere di An chiedeva di non multare le auto, anche se in divieto di sosta, se queste non intralciavano la circolazione, ndr): il codice della strada parla chiaro, altrimenti qual è il discrimine per dare o non dare una multa?»

Tratto da: www.giornaledilecco.it