Lega Nord

Il ventilato avvicinamento all’Udc ha messo Forza Italia all’angolo. Intesa sull’Ausm Crisi rientrata: la maggioranza ha trovato un accordo.

La crisi politica a Calolzio è rientrata. Giovedì sera le delegazioni locali dei tre partiti che costituiscono la maggioranza, Lega Nord, Forza Italia e Alleanza Nazionale, si sono incontrate per dirimere la questione, trovando un accordo e ponendo fine al periodo più difficile della lista civica di centrodestra «Calolziocorte per le libertà».
Che la situazione stesse giungendo ad una svolta positiva si era notato già nei primi giorni della settimana, quando l’avvicinamento delle parti – tutte comunque intenzionate a non far cadere il governo locale – era apparso ben più concreto che nelle settimane precedenti.
Questo, anche sulla scorta dell’avvicinamento all’Udc, che aveva praticamente stretto all’angolo gli azzurri, con la possibilità, tutt’altro che remota per lunghi tratti della trattativa, di una maggioranza di centro destra concreta anche senza Forza Italia. «Sono contento di come si è conclusa l’intera vicenda – ha commentato l’assessore alla sicurezza, al commercio ed ai trasporti, Luca Caremi, esponente politico di Alleanza Nazionale -. È stato dimostrato il senso di responsabilità di tutte le componenti della coalizione. E da questo confronto sono convinto che la maggioranza esca rafforzata».
Soddisfatto anche il sindaco, Paolo Arrigoni, che ha salutato l’accordo raggiunto dalle segreterie politiche sottolineando che «sono finalmente rientrate le divergenze createsi nei giorni scorsi tra il gruppo di Forza Italia ed il resto della maggioranza, ovvero la Lega Nord ed Alleanza Nazionale.
Sono state ritrovate la piena intesa e la condivisione sui programmi che, così come accaduto sin d’ora, caratterizzeranno e motiveranno il resto del mandato amministrativo ed il governo della città. Il ricomponimento dei problemi è frutto della determinazione, della responsabilità e del buon senso».
Entrando nel dettaglio della questione principale, si è dunque giunti ad un’intesa riguardo la composizione del cda di Ausm spa e di Calolzio servizi. I dettagli saranno resi noti nei prossimi giorni.
Certo è che la presidenza Ausm resterà nelle mani del Carroccio.


tratto da www.laprovinciadilecco.it