Lega Nord

La giunta dovrà esprimersi sulla richiesta di affitto spazi pubblici agli islamici, oggi si decide.

Assegnare uno spazio pubblico alla comunità islamica per la pratica religiosa: il giorno del verdetto è arrivato. È in programma nel pomeriggio di oggi la seduta della giunta comunale in cui l’amministrazione calolziese sarà chiamata a rispondere ufficialmente alla richiesta – giunta attraverso una petizione firmata da ventuno extracomunitari di origine africana – di concessione dietro corresponsione del canone di affitto, di un ambiente pubblico a cadenza regolare per praticare la religione islamica. Un argomento particolarmente delicato, che nei giorni scorsi non ha mancato di suscitare polemiche e discussioni. Luca Caremi
L’ultima presa di posizione è firmata da Alberto Pedrone, coordinatore regionale di Gioventù italiana – movimento giovanile di La Destra -, che ha criticato duramente il sostegno dato a questa richiesta dagli ambienti locali del centro sinistra. «Non siamo xenofobi o intolleranti, ma a Calolzio nessuno spazio pubblico deve essere concesso per la preghiera islamica. È sconcertante osservare come chi vorrebbe amministrare la nostra comunità, è miope di fronte ai reali problemi che l’assegnazione di un locale di proprietà comunale alla comunità islamica potrebbe causare.
Sono felice di osservare come il sindaco di Calolzio Arrigoni sia orientato al no,ancora di più mi rassicura vedere l’assessore Caremi opporsi in maniera decisa».
Soprattutto perché queste aggregazioni sono viste come un pericolo concreto. «È troppo semplice nascondersi dietro all’altruismo dettato da interessi politici».

Tratto da: www.laprovinciadilecco.it