Lega Nord

L’ex albergo blindato, in salvo quattro gattini.

L’albergo blindato finisce col diventare una trappola per alcuni gattini appena nati, ma l’intervento di una residente, in grado di mobilitare il Comune, permette il loro salvataggio.
E’ una storia a lieto fine, quella che riguarda, questa volta in positivo, la struttura abbandonata in via Locatelli ormai da parecchi anni E l’albergo Italia, a lungo punto di riferimento di persone senza fissa dimora, a essere stato teatro l’altro giorno di una vera e propria missione di salvataggio.
Nei giorni scorsi, infatti, la palazzina è stata oggetto di un intervento da parte della proprietà, che dopo numerose sollecitazioni da parte dell’amministrazione comunale ha provveduto a sigillare in modo definitivo gli accessi per scongiurare gli ingressi (e i soggiorni) indesiderati.
A fare le spese della situazione, però, hanno rischiato di essere alcuni gattini, partoriti all’interno dell’edificio ma non più
raggiungibili da “mamma gatta”.
«Ad accorgersi di quanto stava accadendo è stata Carla Malaspina, una residente che abita nei paraggi – ci ha spiegato l’assessore Luca Caremi – Per un paio di giorni ha sentito i miagolii dei cuccioli provenire dall’interno dello stabile. Così mi ha chiamato».
Caremi ha contattato la proprietà, spiegando il problema. «I proprietari si sono mostrati comprensivi e gentili e hanno acconsentito ad aprire, recuperando i quattro cuccioli, affidati alla signora Malaspina».

Tratto da www.laprovinciadilecco.it