Lega Nord

Schiamazzi alla stazione F.S. allontanati i responsabili.

Avevano preso la banchina del secondo binario della stazione come punto di ritrovo notturno, ma i controlli della polizia locale e gli “appostamenti” dell’assessore alla sicurezza li hanno persuasi a cambiare aria. I ragazzi che hanno disturbato con i loro schiamazzi le nottate dei residenti della zona hanno trovato probabilmente un altro luogo di incontro.
Stazione ferroviaria e interscambio ferro-gomma: sono queste due delle aree che più delle altre rischiano di essere oggetto di frequentazioni non troppo positive, sul territorio calolziese.
Lo sanno bene anche in Comune e al comando della Polizia locale, che stanno riservando attenzione particolare a questa zona, frutto spesso di situazioni problematiche, dall’abbandono di immondizia alla presenza di barboni nelle strutture abbandonate.
Recentemente, come ha sottolineato il comandante Andrea Gavazzi, in occasione di un controllo effettuato proprio tra i giovani che si ritrovano alla stazione ferroviaria, è stato effettuato anche un sequestro di sostanze stupefacenti. «Era una quantità di hashish per uso personale. Abbiamo identificato la persona ed effettuato la segnalazione alla prefettura».
Ma non è tutto, ovviamente. «Qualche tempo fa abbiamo ricevuto segnalazioni da parte di residenti e frequentatori circa la fastidiosa presenza di un gruppetto di cinque o sei ragazzi che si ritrovavano sulla banchina del secondo binario a bere, cantare e urlare – ha aggiunto l’assessore Luca Caremi – Per una settimana sono stato lì tutte le sere, chiedendo anche l’intervento di polizia locale e carabinieri. Alla fine, sentendosi il fiato sul collo, se ne sono andati. Con segnalazioni puntuali da parte dei calolziesi siamo in grado di intervenire in modo tempestivo per risolvere i problemi».